Logo CIAC Impresa sociale ETS
Facciamo(current) NO AI CAMPI, SI ALLE PERSONE

VICINI DI CASA

Il progetto intende contribuire all’inclusione sociale di migranti e rifugiati usciti dai percorsi di accoglienza istituzionale nel Distretto Socio-Sanitario di Fidenza

VICINI DI CASA. Empowerment abitativo e prossimità interculturale

Il progetto 

VICINI DI CASA. Empowerment abitativo e prossimità interculturale, intende contribuire all’inclusione sociale di migranti e rifugiati usciti dai percorsi di accoglienza istituzionale nel Distretto Socio-Sanitario di Fidenza, promuovendo l’empowerment abitativo per l’acquisizione di autonomia, nell’ambito della promozione di pratiche partecipative comunitarie.

Si rivolge a beneficiari con diversi livelli di autonomia acquisita e bisogni diversificati, garantendo risposte modulari, basate sugli obiettivi inseriti nei progetti individualizzati (elaborati e monitorati con approccio partecipativo e integrato), e che afferiscono a 3 componenti chiave: 


  1. Misure di sostegno all’inserimento e all’autonomia abitativi: attivazione di una struttura di Co-Housing come misura di transizione verso l’autonomia abitativa, attivazione di un fondo per l’autonomia alloggiativa come misura per supportare rifugiati e titolari di protezione che necessitano di un supporto economico integrativo per il pagamento di mensilità di affitto, caparre anticipatorie, utenze, altri costi connessi all’inserimento abitativo ni autonomia.  
  1. Rafforzamento delle competenze in tema di diritti e doveri legati all’abitare e per una maggiore efficacia nella ricerca alloggio in autonomia. 

  2. Promozione di pratiche comunitarie a sostegno dell’inclusione abitativa, volte alla mediazione dei conflitti e alla sensibilizzazione sul Diritto all’Abitare.


CARATTERISTICHE

TOOLKIT ABITARE - ITALIANO TOOLKIT ABITARE - ARABO TOOLKIT ABITARE - INGLESE

SCARICA IL PDF DEL VOLANTINO

opm valdese





Un cerchio di donne riunite attorno a Believe, futura madre

Un cerchio di donne riunite attorno a Believe, futura madre

Così si è concluso Sabato 25 Novembre il percorso Community doulas – Accompagnamento interculturale alla maternità, che ha coinvolto un gruppo di nove donne migranti e native, con l’obiettivo di formare dei profili in grado di fungere da “ponte” per supportare donne migranti in gravidanza e neomamme nell’accesso ai servizi socio-sanitari del territorio e nell'attivazione di risorse e competenze, con un approccio "peer-to-peer". 

Una macchina da cucire e una tazza di tè: bastano per riconoscersi

Una macchina da cucire e una tazza di tè: bastano per riconoscersi

La storia di due giovani donne provenienti da mondi geograficamente distanti, ma che tra gesti, sguardi e sorrisi si sono reciprocamente scopert

Iscriviti alla nostra NEWSLETTER

Rimani aggiornato sulle nostre attività, per sostenerci e diffonderle

Questo sito web utilizza i cookie
Questo sito o gli strumenti di terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
Ulteriori informazioni
design komunica.it | cms korallo.it