Logo CIAC Impresa sociale ETS
News(current) NO AI CAMPI, SI ALLE PERSONE

VERTENZA MAGAZZINO KAMILA - Ciac: “Vicenda paradigmatica che riguarda tutta la società”

Ciac ribadisce la propria piena solidarietà ai lavoratori licenziati e a quelli in lotta nella vertenza del magazzino Kamila di Parma. Ci uniamo all’appello del sindacato ADL Cobas nel reclamare condizioni di lavoro dignitoso per tutti/e e il pieno rispetto dei diritti dei lavoratori, contro ogni possibile sfruttamento.

Comunicati stampa

Ciac ribadisce la propria piena solidarietà ai lavoratori licenziati e a quelli in lotta nella vertenza del magazzino Kamila di Parma. Ci uniamo all’appello del sindacato ADL Cobas nel reclamare condizioni di lavoro dignitoso per tutti/e e il pieno rispetto dei diritti dei lavoratori, contro ogni possibile sfruttamento.

Come ente di tutela della popolazione migrante riteniamo che la vicenda sia davvero paradigmatica e racconti di come la precarizzazione dei diritti degli stranieri e la precarizzazione dei lavoratori tutti - italiani e stranieri insieme - siano la stessa dinamica e crei sempre più estese sacche di ricattabilità sociale e addirittura sfruttamento. Quanto sta accedendo è un problema collettivo che richiama ad una sempre più estesa e concreta unione delle forze sociali perché i singoli lavoratori non rimangano soli a difendere i diritti di tutti, come hanno fatto i lavoratori del magazzino con la loro coraggiosa denuncia.

Non possiamo, come società, lasciarli soli: istituzioni, società civile e associazioni devono unirsi ai lavoratori per costruire risposte che spezzino la catena della ricattabilità e dell'isolamento.

Anche per questo saremo venerdì all'assemblea cittadina sulla vicenda e stiamo lavorando a forme di sostegno concerto per i lavoratori in lotta.


La protesta alla Kamila

L'accoglienza? E' diventata affido!

L'accoglienza? E' diventata affido!

Una mamma, la figlia adolescente e due cani vogliosi di coccole. Ma in questa casa c’è qualcosa di diverso. Seduto sul divano c’è Bashir un giovanissimo Gambiano che sino a pochi giorni fa viveva nel campo di Martorano

Energia e sorellanza

Energia e sorellanza

Durante il Safe Space si sono condivise le sensazioni sulla giornata dell'8 marzo. Sia chi parlava sia chi scriveva le sue parole sui bigliettini ha reso chiara la forza delle donne.

Iscriviti alla nostra NEWSLETTER

Rimani aggiornato sulle nostre attività, per sostenerci e diffonderle

Questo sito web utilizza i cookie
Questo sito o gli strumenti di terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
Ulteriori informazioni
design komunica.it | cms korallo.it